Con la pubblicazione del “Sillabo per l’insegnamento della lingua cinese nelle scuole secondarie <br>di secondo grado” si apre una nuova era nella didattica del cinese in Italia

Con la pubblicazione del “Sillabo per l’insegnamento della lingua cinese nelle scuole secondarie
di secondo grado” si apre una nuova era nella didattica del cinese in Italia

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

SEMINARIO
“Il sillabo della lingua cinese per le scuole secondarie di secondo grado”
Roma, 19 settembre 2016 – MIUR, Sala della Comunicazione

Il 19 settembre 2016 viene presentato il “Sillabo della lingua cinese per le scuole secondarie di secondo grado”, che è stato elaborato da un Gruppo di lavoro coordinato dal Prof. Federico Masini di Sapienza Università di Roma.

La Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, nel perseguimento sia dei fini istituzionali di cooperazione educativa tra Italia e Repubblica Popolare Cinese sia degli obiettivi formativi prioritari indicati nella L.107 “La buona scuola” ha inteso utile fornire delle linee guida per la didattica della lingua cinese nella scuola secondaria di secondo grado, così da rendere più omogenee e coerenti le prassi didattiche, promuovendo, al tempo stesso, la creazione di materiali didattici con esso coerenti.

La presenza del cinese nelle scuole italiane non è una novità: già da alcuni anni, infatti, molti istituti hanno attivato lo studio di questa lingua (parlata da quasi 900 milioni di persone al mondo). Una lingua divenuta sempre più oggetto di interesse non solo perché facilita l’ingresso nel mondo del lavoro sia all’estero – per chi vuole trasferirsi – sia in Italia, permettendo così un accesso diretto alle informazioni relative, ad esempio, a imprese, produzione, basi monetarie, cicli del prodotto.
Si tratta anche di un processo di internazionalizzazione che si va consolidando nel nostro sistema scolastico e che non riguarda soltanto i licei linguistici, ma tutti gli indirizzi della scuola secondaria di secondo grado. Qualche numero utile: nell’anno scolastico 2015/16 più di 200 scuole hanno offerto l’insegnamento del cinese, curriculare e non. Le regioni in cui maggiormente lo studio della lingua è diffuso sono: l’Emilia Romagna, la Lombardia, il Veneto. Regioni nelle quali, evidentemente, il tessuto economico e produttivo sembra rispondere più velocemente al processo di internazionalizzazione e apertura in atto.

Nel corso del Seminario il Direttore generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, Carmela Palumbo, introdurrà i lavori alla presenza del Consigliere per l’Istruzione dell’Ambasciata Cinese in Italia, Luo Ping e del Pro Rettore dell’Università di Lingue Straniere di Pechino, Yan Guohua.

Docenti e professori universitari illustreranno le tematiche del sillabo della lingua cinese (funzioni linguistiche, lessico, grammatica, cultura) e dirigenti scolastici di istituti ove si insegna la lingua cinese testimonieranno la molteplicità delle esperienze in atto nelle scuole italiane non solo in ambito di apprendimento linguistico, ma anche di scambi attivati con scuole cinesi.

Scuola di Formazione Permanente della Fondazione Italia Cina

Scuola di Formazione Permanente della Fondazione Italia Cina

Martedì 14 Dicembre e Martedì 21 Dicembre | ore 18.30 – 20.00
Conversazione cinese: CHINESE TIME!

La Scuola di Formazione Permanente della Fondazione Italia Cina inaugura i primi due incontridi conversazione aperti agli studenti di lingua e cultura cinese di ogni classe e livello.

Il progetto intende, attraverso l’incontro periodico con un ragazzo o una ragazza della cosiddetta “seconda generazione”, fornire a chi studia il cinese mandarino un’occasione unica per entrare in contatto con questa meravigliosa cultura ed al contempo esercitarsi nella conversazione.

Approfittate di una serata in cui nessun’altra lingua sarà ammessa, si parlerà solo cinese.

 

Interverrà:

Chen Jie – Nata a Torino nel 1988, viene riportata presto in Cina per essere di nuovo in Italia all’età di 5 anni. Frequenta le scuole in Italia e studia latino e greco al liceo classico ma torna quasi tutti gli anni in Cina per migliorare la propria formazione in lingua cinese. Attualmente è iscritta presso l’Università Cattolica del sacro cuore alla facoltà di Scienze linguistiche e letterature straniere. I suoi interessi e hobby sono: musica, arte, informatica e soprattutto viaggiare per conoscere culture diverse.

 

Prezzo di ingresso valido per un incontro: 15€

A causa dei posti limitati si prega di confermare la propria adesione all’indirizzo bonati@italychina.org

http://www.italychina.org/web/Pagine/leggi_area.asp?ART_ID=1983&ARE_ID=33&MEC_ID=364&MEC_IDFiglie=0

China Study Program

Istituto Confucio di Pisa

Il Ministero dell’Istruzione cinese ha lanciato il China Study Program, un programma con interessanti prospettive per diverse categorie di opportunità accademiche.

Il programma include i seguenti sotto programmi:

Joint research Phd fellowship (da 6 mesi a 2 anni) e Phd in China fellowship (da 3 a 4 anni)

È rivolto a studenti che intendono sostenere il dottorato in Cina. La borsa può essere elargita solo a condizione che dimostrino di possedere un certificato dell’Hsk (Chinese proficiency test). Con il primo programma e alla fine del percorso accademico, il titolo sarà rilasciato dall’università dove il candidato è normalmente iscritto oppure da entrambe le università, cinese e italiana.

Undertanding China fellowship (da 2 settimane a 6 mesi) 

È rivolto a professori associati o ordinari, che intendono condurre le proprie ricerche in Cina.

Young leaders fellowship (da 2 settimane a 6 mesi)

È rivolto a giovani laureati, particolarmente meritevoli, che si distinguono nelle seguenti discipline: politica, economia, finanza, diritto, educazione, cultura, arti e media.

International conference grant

È rivolto agli Istituti Confucio, università, istituti di ricerca e professori che intendono organizzare o partecipare ad una conferenza internazionale sulla sinologia o China Studies.

Publication grant

È rivolto a studenti, ricercatori o professori che intendono pubblicare o tradurre tesi di dottorato o monografie, o per fondare riviste accademiche sulla sinologia o China Studies.

Tutti i dettagli sulle università dove fare domanda e l’ammontare della borsa di ogni programma sono reperibili alla pagina del Confucius China Studies Program.

Verrà data priorità a coloro che presentano una lettera di presentazione dall’Istituto Confucio. Le domande verranno analizzate da una commissione costituita dal ministero cinese.

L’Istituto Confucio è a disposizione per affiancare studenti, ricercatori e professori, interessati a presentare domanda per i diversi programmi.

http://www.santannapisa.it/it/confucio/china-study-program

Mostra fotografica “Il sentiero cinese”

Mostra fotografica “Il sentiero cinese”

A completare il ricco calendario di attività che si terranno nell’ambito del progetto “Milano Città Mondo #02 Cina”, promosso dall’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, dal Comune di Milano e dal MUDEC, una mostra fotografica dal titolo “Il sentiero cinese”. La mostra raccoglie fotografie scattate da Paolo Longo, corrispondente della Rai In Cina dal 2004 al 2014.

Sono storie di persone, immagini della vita reale in Cina, quelle di Longo, che raccontano il popolo cinese ai tempi del boom economico, nei dieci anni che hanno cambiato la Cina trasformandola da Paese prevalentemente agricolo in realtà industriale e urbana.
“Nella selezione delle fotografie di questa mostra”, spiega l’autore, “ho eliminato tutto quello che era legato alla ‘cronaca’ e tutto quello che aveva il sapore dell’esotico, dell’Oriente lontano e misterioso”. Dalle immagini emerge la contraddizione di un paese in cui si fondono passato e presente, in cui i contadini di un villaggio si travestono da protagonisti dell’opera cinese e passano, così, dai campi al palcoscenico, o i giovani metropolitani vanno alla ricerca di una via cinese alla modernità.
La mostra sarà inaugurata lunedì 5 dicembre alle ore 18:00, con un incontro in cui Paolo Longo, autore della mostra, dialogherà con Marco Del Corona, giornalista del Corriere della Sera e Alessandra Lavagnino, professore di lingua e cultura cinese dell’Università degli Studi di Milano, raccontando la mostra e la Cina del boom economico. L’incontro sarà un’occasione per arrivare a comprendere la Cina di oggi.

L’esposizione sarà visitabile da lunedì 5 a domenica 11 dicembre presso il MUDEC di Via Tortona, 56 (Milano). Ingresso libero.

Orari di apertura della mostra:
lunedì: 14:30 – 19:30
martedì – mercoledì – venerdì – domenica: 09:30 – 19:30
giovedì e sabato: 9:30 – 22:30
La biglietteria chiude un’ora prima.

Data: dal 05/12/2016 – 18:00 al 11/12/2016

Indirizzo:  MUDEC – Via Tortona, 56

Partecipazione: Ingresso libero

Mostra fotografica “Il sentiero cinese”

Partecipa al concorso “CinaCittà – Storie di Cina in città”

Partecipa al concorso “CinaCittà – Storie di Cina in città”

Nell’ambito del progetto “Milano Città Mondo #02 Cina”, l’Istituto Confucio in collaborazione con il Comune di Milano, il Forum della Città Mondo, il Mudec, Docucity e il CTU dell’Università degli Studi di Milano, promuove il concorso “CinaCittà – Storie di Cina in città” che si svolgerà a Milano, presso il Mudec, Museo delle Culture di Milano nel mese di febbraio 2017.
Al concorso possono partecipare documentari, video e opere di non-fiction di produzione italiana, di durata non superiore ai 60 minuti e prodotti non prima del 1 gennaio 2014 che affrontino in modo creativo il tema delle relazioni tra identità cinesi e italiane, in vari contesti metropolitani, con una particolare attenzione a quello milanese.
L’idea centrale del progetto risiede nella volontà di raccogliere, attraverso fonti diverse, testimonianze, documenti, riflessioni, spunti che articolino la complessità delle “identità cinesi” che si vanno progressivamente costruendo nei nostri contesti metropolitani contemporanei attraverso testi nati dalla creatività, artistica e popolare, di questi anni.

Per ulteriori informazioni consultate il bando o scrivete a docucity@ctu.unimi.it.

Partecipa al concorso “CinaCittà – Storie di Cina in città”

Progetto “Milano Città Mondo #02 Cina”

Progetto “Milano Città Mondo #02 Cina”

Durante la conferenza stampa tenutasi giovedì 27 ottobre presso il MUDEC, è stato lanciato il progetto “Milano Città Mondo #02 Cina”, che si terrà da novembre 2016 ad aprile 2017.
Il progetto, promosso dal Comune di Milano, dal MUDEC e dall’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, prevede una serie di attività volte a favorire la conoscenza della Cina, con una particolare attenzione alla comunità cinese presente sul territorio milanese.
L’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, ha aperto la conferenza presentando i vari progetti che si terranno nei prossimi mesi presso il MUDEC, definito da lui stesso “la casa delle culture del mondo a Milano”. Parlando del progetto “Milano Città Mondo #02 Cina”, l’assessore ha evidenziato l’importanza e il significato che la comunità cinese ha nella città di Milano, in quanto una delle comunità più numerose e con la storia più lunga sul territorio milanese.
Nell’ottica di arricchimento e integrazione culturale, il progetto si pone come un’opportunità unica per avvicinarsi alla cultura cinese, attraverso gli strumenti messi a disposizione dagli enti che sul territorio milanese si occupano di Cina. In particolare, l’Istituto Confucio, in quanto protagonista nella promozione della cultura cinese, ha accettato l’invito del Comune di Milano e del MUDEC a collaborare con loro.
Il progetto “Milano Città Mondo #02 Cina” si configura come un contenitore di attività pensate per tutti, dagli amanti del cinema agli appassionati di cucina, dai più piccoli agli adulti: una rassegna di film considerati i must del cinema cinese, laboratori di calligrafia, showcooking, una mostra fotografica sulla Cina al tempo del boom economico e tante altre iniziative.
Infatti, come affermato da Simona Sorini, responsabile MUDEC per 24 Ore Cultura, sarà un progetto al contrario: attraverso incontri, performance, mostre, eventi, si lavorerà a una sorta di censimento culturale che condurrà a un progetto finale.

Progetto “Milano Città Mondo #02 Cina”

Il sillabo della lingua cinese per le scuole secondarie di II grado

Il sillabo della lingua cinese per le scuole secondarie di II grado

MIUR

09 novembre 2016

AREA Istruzione Canali Personale scuola

Il sillabo della lingua cinese per le scuole secondarie di II grado

Lingua e cultura cinese, on line le Linee guida per i docenti
Più di 200 le scuole che offrono corsi

 

Arrivano le Linee guida per la didattica della lingua cinese nella scuola secondaria di II grado. E’ da oggi disponibile on line, sul portale del Miur (vedi Allegati) il Sillabo per i docenti di lingua e cultura cinese.
Si tratta di un quadro di riferimento unitario per l’insegnamento della lingua nelle scuole secondarie di II grado, una guida per gli insegnanti per progettare al meglio le attività di insegnamento e apprendimento degli alunni. L’insegnamento della lingua cinese si sta sempre di più diffondendo nel sistema scolastico italiano non soltanto nei licei linguistici, ma in tutti gli indirizzi della scuola secondaria di secondo grado.
Nell’anno scolastico 2015/16 dai primi dati – ancora provvisori – del Ministero dell’Istruzione sono state più di 200 le scuole che hanno promosso lezioni di cinese non solo in modalità curriculare, ma anche in modalità “opzionale” grazie ad autonome iniziative. Ben 149 le classi e 51 le cattedre per l’insegnamento curricolare della lingua cinese.
Emilia Romagna, Lombardia, Veneto: le regioni in cui lo studio della lingua è diffuso maggiormente. L’introduzione ordinamentale del cinese nei curricoli della scuola secondaria di secondo grado è iniziata a partire dal 2012, quando sono stati attivati i primi corsi all’interno dei percorsi dei TFA (i Tirocini Formativi Attivi) per cinese, giapponese e arabo.
Nel 2016 per la prima volta l’istituzione delle nuove classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento (Regolamento di cui al Decreto del Presidente della Repubblica n. 19 del 14/2/2016).
Dal prossimo anno scolastico, il 2017/2018, i primi 13 docenti “di ruolo” saranno assegnati agli istituti secondari di secondo grado.
Da questo anno scolastico, intanto, i docenti avranno uno strumento in più per l’insegnamento, il Sillabo. Il documento è stato elaborato da un Gruppo di lavoro del Miur – Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del sistema nazionale di istruzione -, al fine di perseguire sia i fini istituzionali di cooperazione educativa tra Italia e Repubblica Popolare Cinese e sia gli obiettivi formativi prioritari indicati nella Legge 107 “La Buona Scuola”, così da rendere più omogenei e coerenti prassi e materiali didattici.
A coordinare i lavori degli esperti è stato Federico Masini, professore ordinario di Lingua e Letteratura cinese presso la Sapienza di Roma, e l’ispettrice del Miur, Gisella Langé.
Al fine sia di creare un ambiente collaborativo a supporto dei docenti e sia di offrire la possibilità di riflessione e scambio su processi e modelli didattici da adottare, è stato aperto anche un apposito forum sul sito www.cineseascuola.it.
Roma, 9 novembre 2016

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/avviso160916

茶香萦绕,笔走龙蛇——比萨孔子学院举办“全球孔院日”系列庆祝活动

茶香萦绕,笔走龙蛇——比萨孔子学院举办“全球孔院日”系列庆祝活动

[来源意大利比萨孔子学院     [发表时间2016-09-29 18:08:12

当地时间9月24日下午,意大利比萨孔子学院举办了“全球孔院日”系列庆祝活动。

 

pisa1

 

比萨孔子学院中方院长吴雪燕在致辞中介绍了“全球孔院日”的由来。随后,吴雪燕为通过今年七月HSK考试的考生代表颁发成绩证书。

pisa2

在本次活动中,孔子学院准备了精彩的茶艺展示和中国书法体验。在茶艺展示过程中,孔院教师动作娴熟、讲解细致,精致古朴的茶具、清香沁人的茶水和美味可口的茶点吸引了众多民众观赏、品尝。

 

pisa3

在书法体验展台前,当地民众跃跃欲试,在教师的指导下,亲手书写自己的中文名,并拍照留念。值得一提的是,在活动期间,不少当地民众现场报名参加比萨孔院开设的汉语课程。

 

pisa4

最后,孔子学院放映了周星驰的经典影片《功夫》。诙谐的故事情节、激烈的武术动作让观众在欢笑和惊叹中领略了中国文化的魅力。在电影问答环节,观众们争先抢答,答对问题的观众获得了中国扇子、叶脉书签等颇具中国特色的小礼品。

此次活动的举办进一步提高了比萨孔院在当地的影响力。

博洛尼亚大学孔子学院庆祝“全球孔院日”

博洛尼亚大学孔子学院庆祝“全球孔院日”

[来源意大利博洛尼亚大学孔子学院   [发表时间2016-10-10

当地时间9月24日,意大利博洛尼亚大学孔子学院举办了丰富多彩的文化体验活动,庆祝全球“孔子学院日”,吸引了200多名当地民众参加。

bologna-news-10ott16_1

bologna-news-10ott16_2

在中国结、剪纸展台前,当地民众在孔院教师的指导下学习编织美丽的中国结,尝试剪出具有中国特色的剪纸作品。在中国书法展台,观众们手持毛笔,学写“中国梦”。莱昂纳多是一名9岁的小朋友,学习书法已经有一段时间了。他现场挥毫书写“莱昂纳多中国梦”,赢得了大家的热烈掌声。

“学打太极拳”活动也备受欢迎。观众们跟随孔院教师认真学习,一招一式有模有样。

因“孔院日”临近中国国庆节,本次活动还融合了国庆元素,同时还准备了可口的中国美食供来宾品尝。